trading millimetrico 1

Trading automatico, la soluzione ideale in periodi di forte volatilità dei mercati

Il 2022, finanziariamente parlando, non passerà alla storia come uno dei migliori anni per i risparmiatori. Tutt’altro. Era da oltre mezzo secolo che non si assisteva ad uno storno contemporaneo di tutti i principali asset finanziari. Una situazione che ha generato nei trader sentimenti negativi, dove l’emotività, purtroppo, l’ha fatta da padrona.

È inutile negare, infatti, come la spiccata volatilità di quest’anno abbia fatto commettere scelte avventate, in particolar modo quando la china, come capitato negli ultimi mesi, è stata prevalentemente negativa. Eppure, in queste fasi così contrastanti esistono anche delle opportunità di guadagno, a patto che l’orizzonte temporale non sia di breve periodo.

Investire nel 2022: i giusti accorgimenti per sopravvivere alla tempesta presente nei mercati finanziari

E a differenza dell’ultimo decennio, dove i mercati hanno vissuto col vento in poppa grazie, in primis, alle politiche monetarie estremamente accomodanti delle banche centrali, oggi più che mai è necessario selezionare i titoli da acquistare con cura certosina. I fondamentali, in altre parole, stanno tornando nuovamente a farla da padrona.

Ed è necessario, quindi, aumentare le proprie competenze per evitare di commettere passi falsi, che in questa fase storica, ahinoi, sono sempre dietro all’angolo. La maggior parte dei risparmiatori, però, non dispone di una vasta serie di conoscenze che possano consentire loro di selezionare i “titoli vincenti”.

Ed anche i cosiddetti “guru” della finanza, complice l’elevata incertezza e gli scenari che cambiano repentinamente, non sono immuni da errori. Tutt’altro. La tecnologia, grazie alla possibilità di poter incrociare migliaia di dati simultaneamente, è in grado di offrire uno spaccato certamente più preciso, soprattutto se si avvale del fondamentale contributo dell’intelligenza artificiale.

Com’è nato Alfa Advisor, il software di trading automatico più rilevante nel panorama del trading online

In Italia, oltretutto, disponiamo di uno dei programmi fintech più sofisticati ed evoluti, che consentono a tutti i risparmiatori, anche quelli totalmente a digiuno di nozioni finanziarie, di poter investire i propri soldi eliminando un aspetto come quello summenzionato dell’emotività.

Ed è questo lo spirito col quale Giuseppe Eros Lana e Katia Grillo, nell’ormai lontano 2012, hanno deciso di fondare un’azienda, diventata oggi leader nel settore del trading, che consentisse a tutti i risparmiatori di poter investire in modo semplice, senza dover ricorrere ad un turnover di titoli non sempre foriero di profitti.

Ed oggi, grazie ad Alfa Advisor di Trading Millimetrico, questo loro desiderio è diventato realtà. Questo software, legato principalmente al mondo del Forex, consente di poter approcciare al trading online anche per piccole cifre (ad esempio, €. 1000,00) senza l’assillo di monitorare costantemente l’andamento della Borsa: ad effettuare le operazioni, in modo del tutto automatico, ci penserà Alfa Advisor.

Alfa Advisor: il giusto approccio al trading grazie a tre differenti profili finanziari

Al risparmiatore, in buona sostanza, spetta un’unica scelta, modificabile, oltretutto, durante l’utilizzo del software: il money management. Esso, in parole semplici, non è altro che il profilo finanziario col quale il risparmiatore intende operare nel mondo finanziario tramite Alfa Advisor. Ne sono previsti tre: conservativo; moderato; aggressivo.

Va da sé che la scelta di un profilo aggressivo, di norma, impone l’accettazione di oscillazioni piuttosto marcate nel breve periodo, cercando di ottenere un profitto maggiore in un’ottica di lungo periodo; viceversa, la scelta di un money management conservativo consentirà, con ogni probabilità, di sopportare minor volatilità nel breve periodo ed un profitto inferiore in un orizzonte di medio-lungo termine.

Se siete alle prime armi col trading, e magari trovate interessante questo particolare periodo storico considerate le forti oscillazioni avvenute, vi suggeriamo di iniziare con un settaggio prudente, quindi conservativo, per valutare qual è la vostra reazione in caso di andamento avverso dei mercati. E solo in un secondo momento, quando la luce in fondo al tunnel si inizierà a vedere, di approcciare a money management più aggressivi.